La società Willis Tower Watson: “Il potere d’acquisto in Italia è tra...

La società Willis Tower Watson: “Il potere d’acquisto in Italia è tra i più bassi d’Europa”. E la Sicilia..

960
0
CONDIVIDI
FacebookTwitterGoogle+WhatsAppEmailCondividi

Secondo l’indagine Global 50 Remuneration Planning effettuata Willis Towers Watson, le retribuzioni dei lavoratori italiani sono in linea con la media europea, ma il costo della vita va a intaccarne il potere di acquisto. Analizzando la media della retribuzione annuale lorda di Middle Managers ed Entry Level delle prime venti economie europee, gli italiani si posizionano al quattordicesimo posto del ranking, ma scendono rispettivamente scendono alla diciassettesima e alla quindicesima se viene presa in considerazione la media relativa al potere d’acquisto: l’alto livello di tassazione del Paese e l’alto costo della vita fanno sì che il “potere d’acquisto” di uno stipendio italiano sia notevolmente inferiore a quello della maggior parte dei Pesi europei compresi Paesi Bassi, Irlanda, Francia, l’Austria, e tutti i paesi scandinavi. Rodolfo Monni, Responsabile indagini retributive di Willis Towers Watson, commenta: “L’efficacia, in termini reali, della retribuzione è influenzata da diversi fattori – quali il costo della vita ed il sistema fiscale – che sono profondamente diversi da paese a paese. Al variare di questi, varia anche l’effettiva valenza del reddito. Nei paesi come l’Italia, caratterizzata da un’imposizione fiscale di tipo progressivo, i livelli retributivi reali sono più bassi rispetto agli altri paesi all’aumentare di carriere e retribuzioni”.

E in Sicilia?

Gli ultimi dati Istat sono stati allarmanti e hanno evidenziato come nell’Isola a Gennaio l’inflazione si sia attestata sull’1% mentre le retribuzioni contrattuali orarie sono salite, su base annua, soltanto dello 0,5%.Insomma una situazione fortemente negativa che non può che far preoccupare gli italiani e i Siciliani in particolare, con una politica sempre più incapace di dare risposte ai cittadini.

Fonte: asefibrokers

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO